venerdì 4 agosto 2006

Le corna che tieni (dedicato a chi ucciderà bambi)

Mi si dirà che con tutti i problemi che ci sono al mondo e che riguardano direttamente la nostra specie, dedicare attenzione ai poveri caprioli piemontesi che stanno per essere uccisi (perché in soprannumero) è superfluo, inutile. E non prioritario.



Vero. Forse.

Comunque uno comincia da dove può, per raddrizzare il mondo. E poi, la caccia non mi è mai piaciuta. Per soprammercato, l'idea di sparare a bambi proprio non mi va giù.



Milo mi ha inviato il link dell'enpa per aderire alla protesta e Beppe Grillo ne ha scritto nel suo autorevole e frequentatissimo blog.

Sicchè, anch'io nel mio piccolo, voglio dare un contributo, facendo girare il verbo. Per creare un po' di sensazione permettetemi di allegare un paio di foto trovate nel sito della lega per l'abolizione della caccia e quella del ragù di capriolo nel sito di magrini le delizie (dove tra l'altro si specifica che: questo gran ragù utilizza solo carne di Capriolo veramente cacciato...)



Buone vacanze a tutti. Soprattutto ai brillanti amministratori locali e alle scoppiettanti doppiette.

2 commenti:

Delmiomeglio ha detto...

RIPORTO: Ambiente: Pecoraro: Sospendere abbattimento caprioli
“Ho chiesto alla Regione Piemonte di sospendere l’abbattimento previsto dei 600 caprioli nell’Alessandrino. Abbiamo offerto la nostra disponibilità ad ospitare gli animali in alcuni parchi nazionali”. “Ho già individuato le risorse necessarie per realizzare nei prossimi mesi un Piano di trasferimento dei caprioli nei parchi nazionali. C’è poi un problema più generale di gestione di alcune specie in soprannumero in quanto sono scomparsi i predatori naturali che garantiscono l’equilibrio delle specie. Va quindi avviato un piano nazionale per affrontare questo problema con interventi che aiutino a mantenere gli equilibri senza ricorrere ad abbattimenti cruenti”.

gli scribacchini ha detto...

Sembrava fossero salvi, invece si stanno rimangiando tutto. Studio aperto ha riferito che nemmeno i primi 100 caprioli che erano stati assegnati alla calabria verranno salvati.
Copio-incollo dal sito della LAV:
500 caprioli condannati a morte il 24 agosto nell'Alessandrino.
Aiuta la LAV a salvarli, collegati alla pagina con le istruzioni ed invia una mail di protesta alla regione ed alla provincia. Grazie per quanto farai.


E naturalmente la cosa non è isolata, sta per succedere anche a savona, stesse modalità.

Patt